Un funerale illustre

tragedia in due battute

 

 

 

Elvin Jones, immortale batterista di John Coltrane, erroneamente sigillato in una bara a seguito di morte apparente, durante il corteo funebre prende a tamburellare dall'interno per palesarsi vivo.

Nei pressi della bara due esimi critici musicali percepiscono quel tamburellio ostinato.

"E' un quattro quarti sincopato, o sbaglio?", fa il primo.

"No, e' un cinque quarti. Credo abbia sbagliato il tempo..."

A quel punto Elvin Jones dalla vergogna si azzittisce.

L'immortale batterista e' tumulato in perfetto orario tra il cordoglio generale.

 

 

(sipario)

 

Gero Mannella Copyright