Due di Potenza

Carteggio

 

 

 

Potenza, 14 giugno 2004

 

Caro Lucio,

ti scrivo poche righe, frutto di un’aspra tenzone interiore.

Da quando ci presentarono, due settimane or sono, non faccio che pensarti.

Ti sei insediato al vertice dei miei pensieri, sfrattando con una poderosa ramazzata il mio ponderoso gravame neuronale.

Credo trattarsi di innamoramento.

Hai pregiudizi verso una relazione omosessuale?

 

                                                                    Vittorio

 

 

 

 

Potenza, 20 giugno 2004

 

Caro Vittorio,

ciò che mi scrivi mi lascia basito: hai scritto ‘omosessuale’ con una sola ‘s’.

In verità non ho particolari pregiudizi verso siffatti rapporti, purché io non vi sia implicato.

Anzi, confessione per confessione, volevo al contrario rivelarti la mia oscura passione per tua sorella, che ho incrociato un paio di volte in tua assenza, ed alla quale non ho avuto per ora nemmeno il coraggio di presentarmi.

Mi spiace deludere le tue aspettative in materia omo, e sono certo te ne farai una ragione.

Piuttosto, si può fare qualcosa per tua sorella?

 

                                                                    Lucio

 

 

 

 

 

Potenza, 26 giugno 2004

 

Caro Lucio,

non hai idea di quanto io abbia gioito alla tua rivelazione!

Una scossa mi ha attraversato dalla testa ai pie’ per la scoperta che il mio sentimento è da te ricambiato.

Ebbene sì, caro Lucio. Mia sorella ed io siamo la stessa persona.

Trattasi di sindrome dissociativa di cui soffro sin dalla pubertà, che mi è stata suscitata dalla visione di Psycho.

Ecco perché non avresti mai potuto vederci insieme.

Aspetto con ansia di incontrarti.

 

                                                                    Vittoria

 

PS:

Sono biologicamente femmina.

Sicché la tua omofobia è fugata.

 

 

 

 

 

Potenza, 2 luglio 2004

 

Cara Vittoria,

questa sì che è bella! Anche tu dissociata?

E dire che mi credevo una rarità…

Io però ho visto anche Psycho 2.

E nelle vesti di mio fratello acchiappo di più.

Tuttavia sono anch’io biologicamente femmina.

Quindi, non so se ne gioirai, tra di noi è ripristinata l’omosessualità.

All’uopo però mi corre l’obbligo di informarti che sono anche bisex.

 

                                                                    Bacio

                                                                    Lucia

 

 

 

Potenza, 7 luglio 2004

 

Cara Lucia,

sono confusa e felice.

Il fatto d’attrarsi ed essere legati da comuni orientamenti psico-sessuali (toh! sono anch’io bisex) c’impone di non indugiare oltre.

Quando ci vediamo?

Suggerisci tu il luogo.

                                                                    Bacio torrido

                                                                    Vittoria

 

PS:

A proposito, io sono anche narcisista.

 

 


 

 

Potenza, 12 luglio 2004

 

Cara Vittoria,

se per narcisista si intende uno stato autoriflettente che conchiude il soggetto in un’alterità immaginaria, il luogo dell’incontro non può essere che lo specchio.

Risparmieremmo anche i soldi per la posta prioritaria.

Bacio retro verso

Lucia (Vittoria)

 

 

 

 

Potenza, 17 luglio 2004

 

Da: Vetreria artistica “Specula Speculorum

Oggetto: Acquisto specchio modelloNarcissus

 

Gentile sig.ra Lucia Vittoria Fibonacci,

 

con la presente le inviamo la fattura fiscale relativa all’acquisto dello specchio modello “Narcissus”.

La garanzia di 5 anni decorre dalla data di emissione e prevede la sostituzione del prodotto in caso di accertato vizio di fabbrica.

Essa non è applicabile in casi in cui il danno sia prodotto da un utilizzo improprio, quale tentativo di attraversamento dello specchio in oggetto.

Nel rinnovarle i complimenti per l’acquisto le porgiamo i nostri più cordiali saluti.

 

Jacques Rigaut

Responsabile ufficio vendite

                                                                   

 

 

 

 

 

 

Nota dell’autore:

Ad ogni scambio di lettere i personaggi decrescono procedendo per potenze di 2, fino all’estinzione degli umani e alla persistenza dello specchio.

 

 

© Gero Mannella Copyright