umorismo
 
Ha un’autobomba. Inserisce la chiave nel blocchetto e la gira. La macchina esplode.
Esce. Apre il cofano e controlla. Chiude il cofano e torna dentro. Gira la chiave. La macchina esplode.
Esce e sbatte la portiera, disgustato. Prende a calci la ruota. Si toglie la giacca e scivola sotto il telaio.
Tossisce. Riscivola fuori e si pulisce la camicia macchiata di grasso. Si rimette la giacca. Entra. Gira la chiave. La macchina esplode in un fuoco di artificio di lamiere, disintegrando finestre per interi isolati.
Esce e bestemmia. Chiama un carro attrezzi. Rimorchiano la macchina fino a una stazione della Exxon.
Il meccanico entra e gira la chiave. La macchina esplode, distruggendo la pompa della benzina. L’insegna rossoblu della Exxon scoppia come un palloncino.
Il meccanico esce. Ha un’autobomba, dice.
L’altro sgrana gli occhi. Questo lo so già, risponde.
(mark leyner)

Fizz: Gin, ho il sospetto che nel tuo appartamento ci siano delle microspie.
Gin: Cosa te lo fa pensare?
Fizz: Ieri nel corridoio ho visto un microimpermeabile appeso ad un chiodino.
(ale e franz)
precedente continua